Quattro anni

Quattro. Oggi sono quattro gli anni da quando siamo arrivati in Australia.

Quattro anni da quando sono salita su un aereo, ho lasciato alle spalle il mio passato e ho ricominciato una nuova vita.

Quattro anni da quando si è aperta la porta scorrevole dell’aeroporto di Sydney e guardando fuori non ho potuto far altro che non credere a quello che stavo vedendo e vivendo.

Quattro anni da quando dentro di me si aprivano milioni di nuove possibilità.

Quattro anni da quando finalmente ho iniziato a respirare, a respirare davvero.

Quattro anni da quando non avevamo la più pallida idea di cosa e come fare.

Quattro anni da quando, semplicemente appoggiando il piede sulla terra di un nuovo continente, abbiamo iniziato a sfidare le nostre capacità e a credere nei nostri sogni.

Quattro anni da quando sperduti e soli in un nuovo paese abbiamo iniziato a fare i primi passi non sapendo dove ci avrebbero portati.

Quattro anni.

Quattro anni che ci hanno trasformati, rafforzati, cresciuti.

Quattro anni incredibili, indescrivibili, unici. Quattro anni che non pensavo sarebbero stati così intensi e pieni. E belli.

Quattro anni che sono volati veloci come un battito di farfalla.

Che se mi guardo alle spalle mi sembra di essere ancora lì in mezzo, correndo a perdifiato.

Quattro anni nei quali abbiamo raggiunto momenti di felicità che non avremmo mai immaginato di raggiungere. Momenti di orgoglio, soddisfazione, vittoria.

Quattro anni che ci hanno unito, legato, stretti l’uno all’altra.

Quattro anni durante i quali abbiamo ricostruito da zero noi stessi e la nostra vita. Da soli, con le nostre forze e il nostro volere.

Quattro anni che mi hanno insegnato ad avere pazienza, tanta pazienza, a perseverare, a stringere i denti, a credere in quello che voglio ottenere, ad essere umile, a vivere ogni istante come se fosse l’ultimo.

Ma per davvero, non tanto per dire.

Quattro fantastici anni. I più belli della mia vita.

Quattro anni che rimarranno dentro di me per sempre.

E quattro anni nella mia testa si trasformano in un solo pensiero: ora ho tutti i diritti di diventare una cittadina australiana.

7 Comments

  • Sono tornata da sydney da due settimane, dove sono stata a trovare mia figlia, che vive e lavora la’ da 6 mesi.. Tornata in Italia, anche se vivo in un posto molto bello in Toscana, non faccio che pensare e sognare l’Australia.. È stata una vacanza meravigliosa, e penso che se fossi giovane e libera andrei sicuramente a viverci! Complimenti per il tuo impegno nello scrivere la tua esperienza. Leggendo alcuni passi dei tuoi libri, ho nostalgia per le sensazioni che anch’io ho ho provato, pur avendo trascorso poco tempo in questa terra così.. Speciale! È un luogo ma anche una diversa dimensione; tutto mi ha affascinato, ammaliato direi..

  • Ciao Francesca, ho da poco scoperto il tuo blog e mi ha appassionata così tanto che ho appena acquistato uno dei tuoi set offerta! E niente, mi sembrava giusto lasciare un commento per fartelo sapere, perché ci hai regalato le tue emozioni e mi sembrava brutto acquistare e tacere, penso che tu debba sapere che il tuo impegno è apprezzato =)
    In bocca al lupo per la vita!

  • Brava bravissima sono contenta per te. Io ho vissuto in Australia per sette mesi duri durissimi è poi sono dovuta tornare a casa. Ma nel cuore io sono stata Australian a già in un’altra precedente vita che so per certo. Desidero con tutto il cuore tornare li a casa chissà che il SignoreI aiuti a realizzare questo sogno.

  • Complimenti per la forza, il coraggio e la determinazione:). Ti ho trovata sul tuo blog, leggendo perchè anch io voglio emigrare in maniera permanente in Australia. Sono laureata in scienze del servizio sociale. Tu sapresti dirmi se senza abilitazione potrei trovare un lavoro come asssitente sociale? il mio inglese è discreto ma niente di formidabile:).
    Grazie mille per tutte le informazioni, gli articoli, e a breve, comprerò i tuoi due libri:)
    Mi hai dato sostegno e me ne darai ancora con i tuoi racconti:)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *